/  Fashion   /  CULPA

CULPA

INTERVISTA A VINCENZO MARSICO:

Io sono Vincenzo, fondatore e general manager del brand, da un piccolo paese della Calabria mi trasferisco a Napoli per completare gli studi in giurisprudenza, la zona era molto viva nella moda, soprattutto nella produzione di abbigliamento così decido di lanciare il marchio quasi per gioco, mi occupo a 360 gradi della gestione e strategia del marchio mentre il mio designer Mario Fantuz, con un esperienza decennale presso diverse importanti case di moda italiane, è parte attiva del reparto stile.

Qual è l’origine della tua passione?

Io nasco in un piccolo paesino Calabrese, non esistevano ancora i social e dalle mie parti non esisteva praticamente la moda, sviluppo quindi la mia passione per la moda perche ho avuto la fortuna di viaggiare molto e scoprire vari stili e tendenze, così inizio quello che sarebbe chiamato oggi “influencer” cioè porto nel mio paese vestiti innovativi che non si trovavano, passavo per quello più sopra le righe e riscuotevo interesse per il mio abbigliamento così inizio a creare una piccola compravendita tra privati di capi che non si trovavano in Calabria ma solo in grandi città.

Come definireste in tre parole le vostre creazioni?

Qualità / Accessibilità / Ricerca

IMAGE FROM CULPA

Quando lavorate ad un progetto, da dove cominciate?

Parte tutto dalle ricerche delle tendenze, per poi metterle in atto tramite la ricerca di tessuti, colori, modellistica, stampe, accessori, tenendo di base il principio imprescindibile della qualità.

E cosa vi ispira?

Le nostre ispirazioni sono molto trasversali, ho ribattezzato il brand „streetwear with an underground soul” nasciamo e ci sviluppiamo nella nightlife underground per poi associarlo ad un principio di comodità ed elasticità tipico dello streetwear nelle forme e nei colori, è la fusione di diverse subculture che si esplicano nella musica, nell’arte, nel lifestyle.

Chi è il vostro cliente ideale?

Sicuramente parliamo ad un pubblico giovane ma non troppo, il cliente ideale è un cliente attento a ciò che accade nel fashion system ma che cerca un qualcosa che rispecchi quelle tendenze ma accessibile ai più, che cerca un capo che risulti esclusivo sia per la vita di tutti i giorni piuttosto che per un party o una presentazione, insomma parliamo ad un pubblico a cui piace identificarsi.

Quanto conta per voi il Made in Italy e la sartorialità?

Il made in Italy è una parte fondamentale di ogni nostro progetto, seguo personalmente tutto lo sviluppo della filiera sia per il mio marchio che per diverse produzioni conto terzi tramite i miei partner di produzione.

IMAGE FROM CULPA

Quanto del vostro stile personale c’è nel brand?

Il nostro stile è identificazione da parte del consumatore finale, come dicevo, nasce e si sviluppa dall’insieme di diverse subculture, definirei, sociali, pertanto tutte le nostre creazioni passano per il filtro del mio gusto senza subirne troppo il condizionamento, non voglio creare tanti me, voglio lasciare spazio sull’interpretazione soggettiva del mio pubblico.

Come avete affrontato il lockdown a livello creativo?

Il lockdown è stato un modo molto importante per fermare a riflettersi sul principio di accessibilità e sostenibilità, specialmente quest’ultimo era stato perso di vista dal sistema moda e abbiamo visto che il mondo non puo più permettersi di seguire certe dinamiche di macro consumo.

Cosa c’è nel futuro di CULPA?

Perciò abbiamo deciso di abbandonare la strada del programmato, che avevamo sempre seguito fin ora, CULPA ha partecipato infatti a 5 edizioni della Milano Fashion Week, 3 della Parigi Fashion Week e ad un trade show a Shanghai, collezionando oltre 30 rivenditori nel mondo, ad oggi accontentiamo i nostri rivenditori tramite una nuova strategia di piccoli drop periodici per sfornare medie quantità di prodotto ad un ritmo molto più regolare così da dare ai consumatori sempre vasta scelta senza sovracaricare il mercato e le scorte proprie, sicuramente un passo successivo importante sarà quello di potenziare l’ecommerce e la vendita diretta in b2b.

PHOTO FROM CULPA

Website:

https://www.culpashop.com/

Instagram:

https://www.instagram.com/culpa__official/

LA GALLERIA

The magazine for Italian Fashion & Design lovers.

 

CONTACT US

mail@lagalleria.pl

Pick a language: