/  Fashion   /  PEPAFLACA

PEPAFLACA

INTERVISTA ALLA DESIGNER DI GIOIELLI NATALIA TRIANA:

Ciao sono Natalia e sono nata in Colombia. Sono vissuta nei primi anni della mia vita in una piccola isoletta in mezzo all’oceano e poi mi sono trasferita a 2.600 metri sul livello del mare, a Bogotà, dove mi sono laureata in arte. La passione per la scultura e per la terracotta mi ha sempre accompagnata, anche in Italia, dove mi sono trasferita circa 5 anni fa (prima a Faenza e poi a Bologna) per specializzarmi sulla ceramica.

Come nasce la tua passione e il tuo brand? 

La mia passione sempre è stata l’arte. Sin da piccola mi piaceva creare cose con le mani, dipingere quadri, sono sempre stata una bambina molto curiosa. Il mio brand nasce perché quando facevo lo stage in un colorificio ceramico mi hanno chiesto di fare tante prove di smalti. Dovevo fare una specie di bottoncini che dopo una cottura sembravano (per me) piccoli orecchini. 

PEPAFLACA | Photography: Valeria Dellisanti

Come mai la scelta di creare gioielli „fatti a mano”?

Il fatto di creare un qualcosa con le mani lo rende più speciale. È come se lasciassi un pezzo della mia vita in ogni gioiello. Possono essere degli orecchini piccolissimi però dietro di loro c’è sempre una storia, un percorso di ricerca, prove, errori e piccoli successi.

Come definiresti il tuo stile?

Questa è una domanda molto difficile… Non riesco a definirmi in un solo stile: mi piace pensare che ho preso spunto da tanti artisti e da esperienze personali per creare uno stile tutto mio .

Quali sono i tratti distintivi del tuo brand? Perché sceglierti?

Il tratto distintivo più marcato di Pepaflaca sono soprattutto le sue forme irregolari, con delle texture “stropicciate” e leggere, caratterizzate soprattutto dal colore bianco e dall’oro (ma non solo!) … a volte si fa davvero fatica a pensare che sia porcellana. Sono come delle sculture indossabili e ogni gioiello ha la sua particolarità. Il fatto che siano create a mano le rende uniche ed irrepetibili. 

Qual è stato il primo gioiello che hai disegnato?

Erano degli anelli fatti con porcellana con la tecnica Nerikomi.

Cosa ti ispira?

La trasformazione della materia. Come dalla terra bianca, subendo processi di cottura, con diversi rivestimenti si riescano a creare delle cose così belle.

Quando lavori ad un progetto, da dove cominci?

Inizio sempre facendo degli schizzi oppure con un pezzo di carta taglio la sagoma per vedere la grandezza del gioiello che vorrei.

Su cosa stai lavorando al momento?

Al momento sto facendo delle prove di colore per introdurre alcune versioni più colorate (come dicevo sopra, non solo bianco e oro). 

Puoi svelarci qualcosa in merito alle tue prossime creazioni?

Restando sempre sul tema colore, ci sarà un altro colore protagonista che vi stupirà.

Quanto conta per te il Made in Italy?

Più che per il Made in Italy (forse dovrei dire per il Made in Italy ma pensato in Colombia) sono per la strada del “Made consciously”.

Il gioiello per te è…….

È una scultura da indossare tutti i giorni.

Website:

https://www.pepaflaca.com/

Instagram:

https://www.instagram.com/pepa.flaca/?hl=it

Leave a Comment

LA GALLERIA

The magazine for Italian Fashion & Design lovers.

 

CONTACT US

mail@lagalleria.pl

Pick a language: